comunità alloggio per anziani "don angelo cocconcelli" - san pellegrino
comunità alloggio per anziani "don angelo cocconcelli" - san pellegrino
via Rousseau, n. 2/1 42123 - Reggio Emilia - San Pellegrino (RE) - Telefono: 0522 285464 - Fax: 0522 376153 - email: casasanpellegrino@fedisa.it

CARATTERISTICHE

 

La struttura è ubicata in Via Rousseau 2 a Reggio Emilia (prima traversa a sinistra dopo la Chiesa di S. Pellegrino C. in via Tassoni) ed è raggiungibile comodamente con gli autobus n° 1 e n° 9. L'accesso dei familiari degli ospiti alla struttura può avvenire tutti i giorni nelle ore comprese fra le 9,00 e le 19,00. Nessuna limitazione di orario invece per i volontari della Casa San Pellegrino.
La struttura ha una recettività di 43 posti ed è collocata all'interno di un'ampia area verde attrezzata a spazio polifunzionale della Parrocchia di S. Pellegrino C.


STRUTTURA

 

 

L'edificio è distribuito su 4 piani.

PIANO SOTTERRANEO:
Cappella e sagrestia - lavanderia - magazzino - spogliatoio personale - bagno attrezzato per non autosufficienti.

PIANO TERRA:
ingresso - ufficio - sala soggiorno - angolo bar - sala pranzo -cucina - dispensa- ambiente disimpegno cucina - bagno personale - servizi igienici ospiti- 2 stanze singole con bagno in comune.

PIANO PRIMO:
n° 4 stanze singole con 2 bagni - sala soggiorno con televisore biblioteca - n° 4 stanze doppie con bagno interno - ambulatorio.

PIANO SECONDO:
n° 4 stanze singole con 2 bagni - n° 4 stanze doppie con bagno interno- ambulatorio - n° 1 stanza singola con bagno.

 

 

I SERVIZI EROGATI

La Casa San Pellegrino dispone di un nucleo di casa di riposo per 31 posti e di un nucleo di casa residenza anziani per 12 posti, così come previsto dalla direttiva regionale di riferimento n° 564/2000. Conformemente a tale normativa rappresenta, quindi, una struttura socio-assistenziale residenziale autorizzata per ospitare anziani autosufficienti e non autosufficienti. Fornendo ospitalità ed assistenza, gli operatori e la direzione della Casa San Pellegrino, lavorano insieme per creare le condizioni per una vita comunitaria, parzialmente autogestita, stimolando atteggiamenti solidaristici e di auto-aiuto.
Per le suddette ragioni eroga all'interno della sua struttura i seguenti servizi e forme di assistenza:

 

1. SERVIZIO DI ASSISTENZA ALLA PERSONA DIURNO E NOTTURNO
2. SERVIZIO DI ASSISTENZA SANITARIA
3. SERVIZIO DI ANIMAZIONE (volontari)
4. SERVIZI ALBERGHIERI (ristorazione, pulizie, lavanderia)
5. SERVIZI GENERALI
6. SERVIZIO RELIGIOSO (messa, rosario, ecc.)


SERVIZIO DI ASSISTENZA TUTELARE DIURNO E NOTTURNO

Obiettivi: Ogni attività svolta ha lo scopo di assistere attivamente l'ospite, stimolandone le capacità residue ed evitando di sostituirsi a lui per quanto possibile.

Azioni: Il servizio supporta ed aiuta l'ospite durante le seguenti attività:

1) Alzata della mattina e riposi
- alzata (dalle 7,00 alle 8,00 le alzate programmate e personalizzate per bisogni e condizioni sanitarie specifiche);
- riposo pomeridiano (dalle 14,00 alle 16,00 );
- riposo notturno (dalle 21,00 alle 22,00 ): dalle 21,00 alle 7,00 gli operatori compiono controlli programmati, cambi, posture, idratazioni.

2) Igiene personale cura della persona
- igiene del viso, delle mani, rasatura, cura dell'abbigliamento;
- bagno a cadenza settimanale;
- podologia (prestazione occasionale se richiesta, a pagamento);
- parrucchiera - barbiere (prestazione settimanale a pagamento: Giovedì ore 8,00 - 10,30).

3) Assunzione dei pasti (assistenziale parziale o completa, preferibilmente in sala da pranzo, dove ciascun ospite ha il proprio posto a tavola, o in camera);

4) Cura della camera (cambio settimanale del letto, della biancheria al bisogno, riordino periodico di armadi e comodini in collaborazione coi familiari, pulizia periodica degli ausili);

Competenze: L'assistenza tutelare è garantita da una presenza programmata di Addetti all'Assistenza di Base (A.A.d.B.), nel rispetto dei parametri assistenziali definiti dalla Regione Emilia-Romagna.


SERVIZIO DI ASSISTENZA SANITARIA

 

Obiettivi: garantire in modo competente, professionale, continuativo ed efficace la salute ed il benessere degli ospiti.

Azioni: prevenzione, diagnosi e cura della persona, coordinamento sanitario, tempestiva rifornitura farmaci, assistenza nella assunzione della terapia farmacologica individuale.

Competenze:
- Medico di Struttura (presta assistenza sanitaria tutti i Lunedì e Venerdì dalle 8,00 alle 11,00 e riceve i parenti previo appuntamento. Il medico è reperibile tutti i giorni dalle7,00 alle 21,00 per le necessità urgenti).
- Medico di Base dell'ospite (qualora il cliente mantenesse il medico di fiducia esterno, la continuità assistenziale sanitaria deve essere garantita tramite visite programmate secondo i bisogni sanitari specifici). A tale medico in quanto responsabile del caso l'ospite dovrà rivolgersi in caso di necessità.
- Infermiere Professionale (provvede alla somministrazione dei farmaci, alle medicazioni ed a tutte le attività infermieristiche più specifiche, quali fleboclisi, impacchi, iniezioni, rilevazioni parametri vitali, assistenza alimentare parenterale, assistenza integrata di sopite in fase terminale, mantiene i contatti con i presidi ospedalieri, prenotando visite specialistiche ed automezzi per raggiungere i vari centri sanitari del territorio). Nella comunità alloggio è assicurata la presenza dell'infermiere professionale con una programmazione che tiene conto dei singoli piani individuali di assistenza per complessive 10 ore settimanali.


SERVIZIO DI ANIMAZIONE

 

Obiettivi: stimolare - mantenere le abilità psico-fisiche dell'ospite, stimolare i rapporti con l'ambiente, favorire i legami col territorio, la parrocchia e la famiglia, limitare l'evoluzione del percorso involutivo nell'anziano, valorizzare nella quotidianità.

Azioni:
- Lettura riviste;
- Riattivazione motoria e deambulazione;
- Attività di stimolazione cognitiva e della memoria;
- Feste (compleanni ospiti e ricorrenze particolari).

Volontariato: il servizio di animazione è organizzato dai volontari della Casa San Pellegrino e dai giovani della Parrocchia di San Pellegrino C. unitamente alle Addette all'Assistenza di Base che operano dentro la struttura.


SERVIZI ALBERGHIERI

 

Obiettivi del servizio alberghiero: garantire una alimentazione adeguata in base alle esigenze dietetiche, personalizzare il servizio secondo gusti e bisogni, assicurare igiene e cura della persona e degli ambienti.

 

RISTORAZIONE

Azioni: I pasti vengono serviti all'utente preferibilmente in sala da pranzo seguendo un menù quotidiano diversificato (per ogni pasto diverse sono le opzioni di primo, secondo e contorno, in più frutta, dolce 2 volte alla settimana e bevande) o preparato rispettando i regimi dietetici personalizzati. Il menù è stagionale e varia giornalmente, ripetendosi ogni 2 settimane.
Per motivi igienico-sanitari a tutela della salute dell'anziano si sconsiglia di portare o somministrare alimenti preparati a domicilio.
I parenti devono comunicare ai Responsabili l'intenzione di pranzare in struttura, per garantire una migliore organizzazione al servizio.

Orari:
- Colazione: 8,00 - 9,00;
- Merenda: 9,30 - 10,00;
- Pranzo: 12,15 - 13,15;
- Merenda pomeridiana: 16,00 - 16,30;
- Cena: 19,00 - 20,00;
- Camomilla serale al bisogno.

Ruoli professionali: n° 2 cuoche, preparano i pasti nella cucina interna della struttura, in relazione ai bisogni degli utenti.

CAMERE

La Casa San Pellegrino è dotata di 43 posti letto.
La struttura dispone di n° 19 camere, n° 11 singole con bagno ogni due camere e n° 8 doppie con bagno in camera, dotate di doccia o vasca. È presente, inoltre, un bagno attrezzato per ospiti non autosufficienti.

SERVIZIO LAVANDERIA

Azioni: Il servizio lavanderia provvede al lavaggio della biancheria alberghiera in dotazione alla struttura (lenzuola, federe, tovaglioli….).
I familiari devono garantire all'ospite un'adeguata dotazione di biancheria e di abiti personali, nonché la sostituzione dei capi usurati. L'amministrazione non interviene in caso di danneggiamento o smarrimento dei capi.

Agenti: lavanderia esterna convenzionata.

PULIZIE

Il servizio di pulizia è affidato a due inservienti della struttura e assicura l'igiene di tutti gli ambienti della casa, con particolare attenzione alla pulizia quotidiana della camere degli ospiti, dei bagni interni alle camere, agli spazi e servizi comuni.


SERVIZI GENERALI

DIREZIONE
La direzione è a disposizione del pubblico tutte le mattine dal Lunedì al Venerdì dalle ore 7,30 alle 13,30 e tre pomeriggi alla settimana (Lunedì, Martedì e Giovedì) dalle ore 14,30 alle ore 18,00, per fornire informazioni sul servizio, modalità d'ingresso, rette (composizione e modalità di pagamento), sulle pratiche relative alla permanenza dell'anziano in struttura. La Direzione garantisce il diritto del cittadino ad esprimere reclami o gradimenti attraverso le segnalazioni verbali e scritte presentate al Coordinatore di struttura.

ORGANIGRAMMA DELLA STRUTTURA
Il personale che opera all'interno della Casa San Pellegrino è costituito da:
- Coordinatore responsabile
- Medico di Struttura
- Infermieri professionali (attività assistenziali e sanitarie)
- Addetti all'Assistenza di Base (attività assistenziali diurne e notturne)
- Addetti al servizio alberghiero (lavanderia, pulizia, preparazione pasti)
- Volontari


SERVIZIO RELIGIOSO

 

Presso la Cappella interna della struttura viene celebrata la SS. Messa la mattina alle 10,00 del Martedì e i pomeriggi di Giovedì e Sabato alle 17,00. Quotidianamente, inoltre, vi è la recita del Santo Rosario alle ore 10,30.

 


RETTA: modalità di pagamento, composizione e quote

 

La retta, differenziata per grado di autosufficienza dell'ospite, prevede le seguenti due tipologie:

 

Tipo A - Completa - la quale è assegnata in presenza di almeno due dei seguenti parametri
- necessità costante di assistenza all'alzata ed al riposo;
- necessità di assistenza al bagno;
- necessità di assistenza nell'assunzione dei pasti;
- non autonomia nella gestione della terapia farmacologica prescritta.
essa comprende vitto, alloggio, assistenza tutelare diurna e notturna, assistenza sanitaria ed infermieristica, servizio di animazione, lavaggio della biancheria alberghiera in dotazione in struttura, pulizie e riordino camere e spazi comuni.

Tipo B - Parziale - questa seconda tipologia comprende vitto, alloggio, servizio di animazione, lavaggio della biancheria alberghiera in dotazione in struttura, pulizie e riordino camere e spazi comuni.

- Sono esclusi dalla retta: lavaggio della biancheria personale dell'ospite, spese telefoniche, tickets, farmaci, protesi, presidi sanitari non mutuabili (es. pannoloni), fisioterapia, onorari e compensi per prestazioni a titolo personale non fornite direttamente dalla struttura, oneri per allacciamenti, utenze ed abbonamenti individuali.

- Entro i primi 10 giorni del mese verrà pagata anticipatamente la retta del mese in corso, più le eventuali spese consumate nel mese precedente.

- Le assenze dovute a ricovero ospedaliero danno luogo ad una riduzione in Euro pari alla differenza fra la retta di tipo A e la retta di tipo B per gli ospiti non autosufficienti che necessitano di particolare assistenza; a tale differenza andrà aggiunta, inoltre, una quota giornaliera, moltiplicata per i giorni di assenza, per il mancato consumo dei pasti. Qualora le assenze siano causate da motivi diversi, si concorderanno con la Direzione le specifiche condizioni economiche.

- Per gli ospiti in convezione con il Comune di Reggio Emilia valgono le regole definite con il Servizio "Servizi sociali di sostegno ad anziani e adulti". La convenzione è stata stipulata in data 08/03/2002 con durata 01/01/2002 - 31/12/2003.

- In conformità alla Direttiva G.R. n° 477/99 la Direzione della Casa San Pellegrino informa gli Ospiti che entro il 30 aprile di ogni anno saranno rilasciate le necessarie certificazioni per la deducibilità dei costi sostenuti dall'utente o dai famigliari per le spese mediche generiche e per le spese di assistenza specifica, secondo le modalità e i criteri di calcolo specificate dall'Agenzia delle Entrate.


MODALITÀ DI ACCESSO

 

Ammissione

 

L'ammissione degli Ospiti nella struttura avviene previo colloquio conoscitivo (preceduto da apposita domanda di ammissione) con i responsabili della struttura, durante il quale vengono raccolte informazioni dettagliate sulle condizioni socio-sanitarie-assistenziali dell'ospite e descritte le condizioni economiche e le norme previste dal regolamento di gestione della struttura.
Attualmente è in corso una convenzione con il Comune di Reggio Emilia per la gestione di una parte dei posti letto: l'ingresso degli ospiti e la determinazione della retta sono, in tal caso, definiti dal Servizi competente del suddetto Comune.
La Direzione consiglia di entrare in struttura preferibilmente tra le ore 9,00 e le 20,30, al fine di garantire all'ospite una migliore accoglienza.
Nella stessa giornata di ingresso Ospite e familiari devono rivolgersi alla Direzione per compiere le formalità burocratiche -amministrative, ritirare la Carta dei Servizi della struttura con l'allegato modulo di consenso che dovrà, dopo averne preso visione, essere riconsegnato firmato.

L'Ospite deve essere in possesso dei seguenti documenti:
- Documento di riconoscimento (carta d'identità, patente, libretto di pensione)
- Tessera sanitaria
- Codice fiscale
- Copia delle cartelle cliniche di ricoveri effettuati presso strutture ospedaliere o case di cura (lettere di dimissioni, esami di laboratorio, raggi)
- Certificato del medico curante in cui sia attestata l'attuale situazione sanitaria
- Terapie farmacologia scritta dal proprio medico curante
- Nominativo del medico di famiglia, numeri di telefonici e orari di visita ambulatoriale
- Nominativi dei familiari e relativi recapiti telefonici

Per un miglior soggiorno si consiglia di portare gli effetti personali occorrenti agli ospiti, nonché capi d'abbigliamento confortevole per poter partecipare alle attività diurne che si svolgono in struttura.

Dimissione

L'eventuale dimissione dell'Ospite per il rientro alla propria abitazione o per il trasferimento ad altra struttura o altro, deve essere segnalato con un congruo anticipo. Si richiede di comunicare ai Responsabili della Struttura almeno 15 giorni prima della data in cui è prevista l'uscita definitiva.


DIRITTI E DOVERI

 

Ogni Utente ha il diritto di essere assistito ed ascoltato con attenzione e cortesia nel rispetto della dignità della persona e delle credenze politiche e religiose; Ospite e familiari godono del diritto di informazione e critica per tutto ciò che concerne lo stato di salute e le condizioni assistenziali del soggetto.

Tutti coloro che assistono gli Ospiti della struttura sono tenuti a collaborare per garantire risposte adeguate ai singoli bisogni, assicurando rispetto alla riservatezza ed alla privacy di ciascuno.

Agli Utenti è richiesto il rispetto delle regole di vita comunitaria, quali il rispetto degli orari e della libertà di ogni Ospite della struttura, compreso il divieto di fumare nei nuclei e negli spazi comuni della struttura, al fine di garantire una convivenza il più possibile equilibrata e tranquilla.

La Direzione si riserva la facoltà di assegnare una diversa camera o posto a tavola, informando preventivamente l'ospite, qualora ciò sia richiesto da motivate esigenze di vita comunitaria.

L'Ospite, a sua personale responsabilità, può uscire liberamente dalla struttura, dandone comunicazione al personale in servizio.

Gli Utenti sono invitati a non trattenere presso di sé oggetti di valore o denaro; la Direzione non si assume responsabilità alcuna per gli oggetti conservati direttamente e personalmente dagli Ospiti. Relativamente, invece, all'utilizzo di arredi e suppellettili personali, agli Utenti è concessa la possibilità di usufruirne nei limiti e nelle modalità sotto indicate:
- Televisori e radio di proprietà utilizzate all'interno delle camera: regolazione del volume in base all'orario di utilizzo dell'apparecchio (in particolare dopo le 22,00 il volume deve essere tenuto basso).

Per ottimizzare il servizio di assistenza sanitaria la Direzione consiglia agli Ospiti la revoca del medico di famiglia, salvo diversa volontà del cliente all'atto dell'ammissione. Nel caso in cui si optasse per il mantenimento del medico di famiglia esterno, l'Ospite vi si dovrà rivolgere in caso di necessità, mentre il medico di medicina generale della struttura assicurerà unicamente gli interventi urgenti e previa autorizzazione scritta sottofirmata al momento dell'ingresso.

La Struttura segue le linee guida approvate in ambito nazionale e regionale e concorre al perseguimento degli scopi associativi della Federazione Diocesana Servizi agli Anziani.